PARCO NAZIONALE DELLO ZOLFO DI MARCHE E ROMAGNA

Nato nel 2005 su iniziativa del Ministero dell'Ambiente in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali e la Regione Marche, il Parco ha lo scopo di promuovere la conservazione, il recupero, lo studio e la valorizzazione del patrimonio ambientale, architettonico, paesaggistico, storico-culturale e tecnico-scientifico delle miniere marchigiano-romagnole. Queste, tra il XIX° e XX° secolo, hanno rappresentato poli d'estrazione dello zolfo d'importanza europea e quindi luoghi di estrema importanza economica, sociale e culturale per le comunità dei territori coinvolti.  Se in passato le miniere sono state fonte di ricchezza oggi, grazie al Parco, rappresentano giacimenti culturali che possono generare nuovamente benessere e qualità della vita.

Oltre a cofinanziare progetti consistenti, ad esempio l'area archeomineraria a Cabernardi (Sassoferrato) e il Museo Sulphur a Perticara-Marazzano (Novafeltria), il Parco coltiva, attraverso progetti culturali, scientifici e didattici, anche europei, la memoria di generazioni di minatori il cui lavoro fu alla base dello sviluppo del comparto chimico nazionale.

Il Parco tutela oggi ambienti e siti estrattivi e di lavorazione, architetture industriali, archivi e testimonianze storiche materiali e immateriali del bacino solfifero marchigiano-romagnolo nei Comuni di Arcevia, Pergola e Sassoferrato (AN); Novafeltria, Sant'Agata Feltria, Talamello (RN). I Comuni di Urbino (PU) e Cesena (FC) sono in fase di adesione. La sede legale è a Sassoferrato, quella operativa a Pesaro (PU).  
La denominazione ufficiale del Parco è: Parco Museo Minerario delle Miniere di Zolfo delle Marche e dell'Emilia-Romagna.

UN INESTIMABILE DOCUMENTARIO D'EPOCA


SEGUI IL PARCO:

FACEBOOK
INSTAGRAM

News

17 novembre 2021
Piantumazione al Parco Museo Minerario delle Miniere di Zolfo delle Marche e dell'Emilia-Romagna

25 ottobre 2021
Nell’ambito del corso di formazione online dedicato agli insegnanti delle scuole primarie e secondar...

20 ottobre 2021
A CONCLUSIONE DEL PROGETTO EUROPEO EU4EU DEL PROGRAMMA ERASMUS+

02 agosto 2021
Iscrizioni entro il 16 agosto 2021 Il Parco dello Zolfo di Marche e Romagna invita gli operatori ...

19 luglio 2021
Il Parco Nazionale dello Zolfo delle Marche e dell’Emilia-Romagna mette in luce la storia e la cultu...

Territorio

L'area solfifera marchigiano-romagnola si estende dal Cesenate al Fabrianese passando per il Montefeltro e l'Urbinate.
In Romagna abbiamo miniere a Formignano di Cesena (FC) e Perticara di Novafeltria (RN), nelle Marche a Urbino (PU), Cabernardi e Vallotica di Sassoferrato (AN), nonché una raffineria di zolfo a Pergola (PU) e numerose altre preziose tracce e testimonianze materiali e immateriali su tutto l'ampio territorio interessato nonché nella memoria delle comunità.

PARCO MUSEO MINERARIO DELLE MINIERE DI ZOLFO DELLE MARCHE E DELL'EMILIA-ROMAGNA
Sede legale: via contrada nuova 1, 60041 Cabernardi di Sassoferrato (AN) Italia
Sede operativa: viale della vittoria 117, 61122 Pesaro (PU) Italia - c.f. 92038950413
E-mail: parcozolfomarcheromagna@regione.marche.it
Posta Elettronica Certificata: parcodellozolfodellemarche@emarche.it