PARCO NAZIONALE DELLO ZOLFO DI MARCHE E ROMAGNA

 Storia geologica, storia naturale e ambientale, storia dell’industria, del lavoro e dei diritti, storie di donne e uomini eccezionali e un grande Parco per preservarle e valorizzarle tutte"

MOTTO

Quattro aree minerarie, un solo grande Parco!

CHI SIAMO

Nato nel 2005 su iniziativa del Ministero dell'Ambiente (ora Transizione Ecologica) in collaborazione con il Ministero della Cultura e la Regione Marche, il Parco ha lo scopo di promuovere conservazione, recupero, studio e valorizzazione del patrimonio ambientale, architettonico, paesaggistico, storico-culturale, demo-etno-antropologico e tecnico-scientifico delle miniere marchigiano-romagnole che, tra il XIX° e XX° secolo, hanno rappresentato poli d’estrazione dello zolfo d’importanza europea dando lavoro a migliaia di persone.

Oltre a cofinanziare progetti consistenti, ad esempio il sito archeominerario a Cabernardi (Sassoferrato) e il Museo Sulphur a Perticara (Novafeltria), il Parco coltiva, attraverso progetti culturali, scientifici e didattici, la memoria di generazioni di minatori il cui lavoro fu alla base dello sviluppo del comparto chimico nazionale. Il Parco ha anche la qualifica di Ecomuseo.

Nel 2019 la legge 160/2019, art. 1 c. 512, ha allargato ufficialmente la competenza del Parco alla Regione Emilia-Romagna e ad ulteriori miniere di zolfo e il Parco tutela oggi siti estrattivi, di lavorazione, archivi e testimonianze storiche del bacino solfifero marchigiano-romagnolo nei Comuni di Sassoferrato (Miniere di Cabernardi e Vallotica), Pergola (raffineria di Bellisio Solfare) e Arcevia (AN); Urbino (Miniere di Sal Lorenzo in Solfinelli); Novafeltria (Miniera di Perticara-Marazzana), Sant’Agata Feltria, Talamello (RN); Cesena (Miniera di Formignano). La sede legale è a Sassoferrato, quella operativa a Pesaro (PU) mentre il Comitato Tecnico Scientifico ha base a Novafeltria.

 

UN INESTIMABILE DOCUMENTARIO D'EPOCA


SEGUI IL PARCO:

FACEBOOK
INSTAGRAM

News

30 giugno 2022
Un'iniziativa teatrale suggestiva promossa dall'Associazione La Miniera onlus di Cabernardi col supp...

27 giugno 2022
All'interno delle celebrazioni per il 70° dai "Sepolti Vivi" un convegno che fa il punto s...

19 maggio 2022
Si tratta dell'evento inaugurale delle celebrazioni che avranno luogo durante tutto l'arco dell'anno...

05 maggio 2022
Un omaggio di Emanuele Scorcelletti a Cabernardi nel settantesimo dall'occupazione della miniera dei...

05 maggio 2022
Il primo cartellone unico del Parco per il 2022: solo un assaggio delle decine di eventi del territo...

Territorio

L'area solfifera marchigiano-romagnola si estende dal Cesenate al Fabrianese passando per il Montefeltro e l'Urbinate.
In Romagna abbiamo miniere a Formignano di Cesena (FC) e Perticara di Novafeltria (RN), nelle Marche a Urbino (PU), Cabernardi e Vallotica di Sassoferrato (AN), nonché una raffineria di zolfo a Pergola (PU) e numerose altre preziose tracce e testimonianze materiali e immateriali su tutto l'ampio territorio interessato nonché nella memoria delle comunità.


 

 

 

PARCO MUSEO MINERARIO DELLE MINIERE DI ZOLFO DELLE MARCHE E DELL'EMILIA-ROMAGNA
Sede legale: via contrada nuova 1, 60041 Cabernardi di Sassoferrato (AN) Italia
Sede operativa: viale della vittoria 117, 61122 Pesaro (PU) Italia - c.f. 92038950413
E-mail: parcozolfomarcheromagna@regione.marche.it
Posta Elettronica Certificata: parcodellozolfodellemarche@emarche.it